ALIMENTAZIONE

L'IMPORTANZA DELL'ALIMENTAZIONE E DI UNA DIETA EQUILIBRATA​

“Eat food. Not too much. Mostly plants.”

Michael Pollan in sole sette parole definisce come una sana alimentazione possa cambiare e definire la tua vita.

Ciò che dovresti mangiare, secondo il famoso reporter, scrittore e docente di giornalismo a Berkeley Michael Pollan, per essere fisicamente e mentalmente sano è quello di mangiare cibo buono, non troppo e preferibilmente vegetale.

Con “Eat Food” Pollan consiglia di mangiare cibi che anche la tua bisnonna riconoscerebbe come commestibili, quindi evitare cibi lavorati industrialmente. Mangiare meno è un consiglio scientificamente provato e che a lungo andare rallenta l’invecchiamento.

Altro tema su cui insiste Pollan è la diversificazione della dieta: più la dieta è variegata e onnivora, meglio vengono integrate le componenti nutritive necessarie. Ricorda il “not too much
 
Mostly plants”: mangiare verdure soprattutto le foglie dal momento che contengono sostanze antiossidanti, fibre e Omega3.
Il suggerimento è quello di mangiare come gli europei, con porzioni uniche, piccole e senza snack intermedi, favorendo il pasto seduti a tavola con calma con famiglia o amici.
 

PRANZO n.1

Minestrone piccante Appassire in olio EVO tutte le verdure, aggiungere acqua fino al bordo superiore delle verdure. Portare ad ebollizione ,salare cuocere per circa trenta minuti, aggiungere curry e peperoncino in polvere. Noci e gallette di miglio Secondo piatto con frutta secca, in questo contesto sei noci a testa, due tre gallette di miglio. Menù più adeguato per una cena, poco calorico, sono rappresentati tutti i macronutrienti, vegano.
Le noci. Come tutta la frutta secca sono un alimento ad alto contenuto energetico, 100 gr di parte edibile oltrepassano le 600 calorie. Questo è dovuto alla presenza di grassi polinsaturi, in particolare l’acido alfa-linolenico, che fa abbassare il colesterolo LDL e i trigliceridi. Sono ricche di proteine, in particolare di un aminoacido, arginina che ha un’azione antiaterosclerotica. E’ molto ricca di Vitamina E e di sali minerali come potassio, calcio, fosforo, magnesio e zinco. Anche la fibra è ben rappresentata.

Pranzo n.2

Patate ad amido resistente con salsa al prezzemolo. Abbiamo già parlato delle patate ad amido resistente, ricordiamo che per ottenere le patate a più basso indice glicemico è necessario raffreddarle dopo la bollitura per circa 24 ore. La salsa è stata ottenuta al frullatore mischiando prezzemolo, anche un po' di gambi, un aglio privato dell’anima, del peperoncino piccante, olio EVO, un po' di acqua fredda. Frittata con cipolle zucchine pomodori. Stufare zucchine e cipolla tagliati finemente in una padella con un po' di olio EVO,salare, al giusto momento aggiungere 4 uova sbattute e quasi a fine cottura due pomodori maturi tagliati a rondelle. Insalatina mista con pomodori, avocado, cipolla. Il condimento viene fatto con sale marino integrale, olio EVO, aceto di vino biologico.

PRANZO N.3

Riso integrale con lenticchie. Lessare le lenticchie, nel frattempo in una padella appassire in olio EVO sedano, carota, cipolla, zenzero, alla fine aggiungere cardamomo in polvere e kuzu sciolto in acqua fredda. Lavare sotto acqua corrente il riso, metterlo in un tegame e aggiungere il doppio di acqua, portare ad ebollizione e salare, cuocere per circa quaranta minuti a fuoco basso, in genere dopo tale tempo l’acqua è tutta assorbita. Mischiare il riso con le lenticchie e servire. Mele cotte al forno
Per quattro persone usare cinque mele di origine biologica. A quattro mele togliamo il torsolo che verranno riempite con i dadini della mela eccedente, uvetta precedentemente ammollata, pinoli, cannella, poco zucchero integrale di canna. Questi ingredienti, insieme a poca acqua, saranno versati anche sulle mele prima di essere infornate a circa 120 gradi per venti minuti. Menù. Il primo piatto si può considerare un “piatto unico”, completo di tutti macronutrienti, con verdure ben rappresentate e abbondante fibra. Privo di glutine. Questo piatto è accompagnato da un dessert salutare.